Il sole del nuovo anno

sunL’anno che stiamo lasciando andare dietro le nostre spalle è come il sole che tramonta per lasciare spazio al giorno nuovo. Eppure, quando va dietro l’orizzonte dove non lo possiamo più vedere, in realtà il sole va ad illuminare un’altra parte del nostro pianeta. Infatti, il sole non smette mai di illuminare la nostra terra. In questo anno, che la nostra fiamma interiore possa continuare ad illuminare, come il sole, ogni giorno senza pausa. Non solo la fiamma che illumina noi stessi e ciò che ci circonda ma la fiamma che alimenta continuamente il ricercare dell’essere umano.

Questa fiamma si alimenta dell’altro sole, la fonte che alimenta i nostri doni, che disseta l’anima, che infonde gioia e coraggio nella nostra vita. Quando non attingiamo al Divino, è come se il sole dentro di noi si nascondesse dietro alle nuvole. Se disattendiamo noi stessi a lungo, ed ecco che quelle nuvole porteranno altre nuvole ancora, molto più scure. Sono il preludio del maltempo.

Pensiamo per un attimo agli uragani di cui sentiamo sempre più spesso parlare con il riscaldamento del clima. La loro forma non ci fa pensare a quel vortice di pensieri in cui ci dibattiamo senza riuscire ad uscirne? Ogni volta che ci allontaniamo dalla fonte è come se piombassimo in un vuoto che si è creato dentro di noi. Ma come riempire questo vuoto?

Lo riempiamo di tutto ciò che facciamo entrare dentro di noi. Allora che questo nuovo anno sia per noi, e per l’umanità un anno in cui questo vuoto possa essere riempito dal Soffio Divino. Quello che ci fa realizzare ciò che desideriamo, ciò che speriamo, ciò che chiediamo e che ciò che fa parte del nostro compito di vita. Come il sole che ogni giorno torna a splendere, anche se nascosto dalle nubi. Perseverare nella nostra fiamma è la soluzione per non rimanere avvolti dalle nubi. E’ tempo di lasciar andare ciò che dobbiamo trasformare. Che questo Soffio Divino sia la spinta per lasciarsi avvolgere nell’amore verso il cambiamento.

Per alimentare la fiamma non occorre compiere grandi opere o grandi imprese, basta semplicemente, il sorriso, il sapersi donare agli altri. Non per tornaconto o per interessi propri ma donarsi agli altri per amore dell’Amore. Se davvero ci lasciassimo sospingere da quell’energia che si sente al principio di ogni nuovo anno, se riuscissimo a tenerla con noi costantemente, ecco che scaturirebbe il coraggio di uscire dagli schemi, di uscire dalle gabbie e di entrare nel mondo. Perché entrando nel mondo si entra anche in se stessi ed entrando in se stessi si può essere in sintonia con gli altri e nella vera pace che viene da Lui.

Buon anno

Angela e Bernard

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *