Grazie Saint Germain

Ne sono rimasta così folgorata che mi sembra giusto condividere con voi i due libri che ho letto in una settimana di Saint Germain.

Posso ben immaginare che alcuni o molti di voi abbiano già letto questi libri e quindi so che non ho scoperto l’acqua calda (hihihihi) ma si vede che era tempo per me di leggerli.

Il primo si intitola “Anime gemelle Anime compagne” ISBN 978-88-6228-049-5

Durante le mie ore infinite di lavoro stavo leggendo un libro in cui ad un certo punto si parla di Saint Germain.
Così mi sono detta: “Oh sto Saint Germain….ne continuo a sentir parlare… vediamo un po’ cosa ha scritto”.
Così faccio un giretto su internet…e il primo libro che mi appare di quelli che ha scritto è appunto “Anime gemelle Anime compagne”. Mi recai in libreria il giorno stesso per vedere se il libro era già disponibile..l’ultima copia era li che mi aspettava (quando il caso non è un caso)…nel giro di 2 giorni me lo sono letteralmente divorato….tanto che ora lo sto rileggendo per riscoprire ciò che nella sete di scorprire ho bevuto troppo in fretta. Il titolo dice già molto…però vi lascio alcuni passaggi che ho sottolineato tanto mi hanno toccato il cuore e mi sono finalmente detta, dopo averlo sentito in molte salse, che si è così che funzionano le cose…e che per me il momento giusto per capire quanto già sentito più e più volte era in questo istante, poiché lo avevo fino al quel momento capito con la testa ma non con l’anima e il cuore.

“Sul vostro pianeta, mie cari fratelli e sorelle, vivete nella limitazione, e questa è la ragione per la quale percepite la gioia come se fosse diretta al vostro esterno invece cha al vostro interno.”

“La disarmonia, o disallineamento, vi serve solo come specchio perché possiate vedere che cosa è “voi”.

“Quello che giudicate in un’altra entità è “voi”.

“Se comprendeste chi siete, avreste sempre relazioni armoniose. Una relazione libera dal dolore e dal disaccordo avviene semplicemnte riconoscendo la sovranità dell’altra entità. E’ quello che viene compreso come umilità.

“Ora, una circostanza difficile in una relazione intima, ad esempio la gelosia, è soltanto una paura, la mancanza di comprensione della vostra divinità. Conoscete il vostro valore e non avrete alcun bisogno di provarlo ad altri.”

“Se sei un’entità sola, abbandonata, che si strugge nel desiderio d’amore, non lo troverai mia amata, a meno che tu non ti ami incondizionatamente”.

“In verità, ciò che è noto come solitudine è una malattia dell’anima. Questo vuoto è semplicemente una mancanza di conoscenza, un non-riconoscimento di un parte di Se. Questa è la ragione per la quale c’è un vuoto, perché ti sembra che manchi una parte di te. Ma non è mancante, è soltanto non riconosicuta.”

“Anima compagna, anima compagna dove sei? Se cercate questa essenza, nella fisicità o no, non la troverete mai, perché la vostra ricerca vi riporterà diritto alla vostra propria anima”.

“La rabbia, l’amarezza, l’odio, la gelosia, la cupidigia e la grettezza sono semplicmente amore infantile, non sono ancora maturate.”

“Se sei un uomo, non temere di essere troppo femminile mostrando amore, morbidezza e compassione, e se sei una donna, non temere di essere troppo mascolina mostrando sovranità e potere, perché state equilibrandovi”.

“Alle entità a cui non osate dire che le amate: ditelo loro. Creerete una vibrazione di unità che prima non esisteva. A quelle entità che vi fanno tremare e fremere dalla testa ai piedi: dite loro che le amate. usicte allo scoperto e date copiosamente”

“Non giudicate voi stessi, nessuna parte di voi: la vostra mascolinità, la vostra femminilità, il modo in cui esprimte la vostra sessualità e la vostra relazione. Non giudicatevi perché giudicando voi stessi state giudicando la Sorgente entro il vostro essere e vi state separando da voi stessi.”

“Tutte le esperienze vengono GENERATE per creare conoscenza”

“Diventate la montagna. Diventate sovrani. Diventate supporti. Diventate accettazione, permissione. Allora diventerete libertà.”

“La seconda venuta del Cristo o supercoscienza, non avverrà finché non abbracciate l’intera totalità in quanto divina, inclusi la separazione, le limitazioni, i vincoli e la sofferenza, comunque giudichiate che siano. Non avverrà. Non diventerà visibile su voi fino a quando non conoscerete tutto ciò come divino, in quanto creazione di Dio Io Sono in una certa manifestazione”.

Ci sarebbe ancora molto da riportare…ma lascio scoprire a chi desidera ancora le mille verità nascoste in questo libro. Io ne sto facendo enorme tesoro per quello che riguarda i vuoti che ogni tanto sento in me ed entro in loro per capirli ed amarli così come sono. Oggi sono sigle e apprezzo molto questo fatto, sapendo che se un giorno arriverà per me un compagno sarà il momento giusto.

Per il secondo libro….. è un’altra storia ancora più intensa…che racconterò in un’altro articolo.

Vi abbraccio

Gianpasqua

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *