Breve diario del Simposio di Daniele Reggiani

Evian ci ha accolto il venerdi con una splendida giornata disole affacciata sul lago di Leman.

Il centro Lac et Montagne ci ha offerto tre giorni dimeravigliosa ospitalita’ e i 130 rappresentanti di Francia, Italia, Svizzera, Quebeq e Spagna hanno avuto l’imbarazzo della scelta tra  tutti i seminari proposti dai colleghi (dalle tematiche della morte allo yoga-arte di ridere, dall’incontro con gli alberi e gli esseri della natura alla biodanza, dai massaggi, ai sogni, fino all’atelier di alimentazione condegustazione di una super amatriciana di Ennio, e tanti altri). E poi c’erano ancora le attivita’ mattutine come il Ci Qong, o altre improvvisate, come le sessioni di canti e vocalizzi in un garage dall’acustica sorprendentemente perfetta.

Le due conferenze di Bernard alla mattina ci hanno naturalmente allargato gli orizzonti ma anche donato preziosi consigli su come vivere nel presente ed effettuare dei semplici esercizi per entrare in contatto con noi stessi in questo periodo di passaggio vibrazionale.

 

 

 

 

 

Una pratica quotidiana di Una pratica quotidiana di 30 secondi di s i l e n z i o per esempio ci puo’ far riavvicinare molto piu’ alla fonte e a noi stessi che tante altre pratiche e la consigliamo a tutti.

La sera del sabato i balli della splendida compilation proposta dal DJ Bernard ci hanno portato indietro di anni e fatto scatenare ai ritmi della migliore disco dance, accompagnati anche da diversi orbs…

Lo splendido lago su cui  affacciavamo dalle terrazze del centro ci ha di nuovo accolto durante l’escursione sul lago, in cui gli elementi e gli spiriti di tutti si sono messi in cerchio a cantare la vita.

 E poi ancora: la seconda serata con le musiche di Angelinou e Julien, la mezza notte di terapie accompagnata dagli strumenti e canti sacri, i compleanni improvvisati per la nostra insostituibile Susanna e Bernard Livernaux e la conferenza di quest’ultimo sullo stato d’animo di stupore e meraviglia che accompagna lo scoprire la lettura dell’aura…

Tutte queste occasioni e tanti momenti speciali sono stati lealtre meravigliose occasioni che nei tre giorni passati insieme ci hanno riempito il cuore della qualita’ unica di gioia e sintonia che scaturiva dallo stare insieme della nostra grande famiglia essena.

Alcuni fortunati son rimasti per il programma supplementare ma intanto condividiamo questo resoconto e mandiamo un grazie enorme a Marie-Claire e a tutta l’equipe francese che e’ riuscita ad organizzare questo indimenticabile simposio e arrivederci a tra due anni in Catalogna!

 

Informazioni su Gianpasqua

Gruppo avanzato Milano 2011
Questa voce è stata pubblicata in Articoli degli allievi, Simposio. Contrassegna il permalink.

1 risposta a Breve diario del Simposio di Daniele Reggiani

  1. Maria Alessandra scrive:

    Un grazie enorme a Luca e Massimiliano per le bellissime foto 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *